Tag

, , ,

EARTH DAY
35^ GIORNATA DELLA TERRA

Agrigento, giardino pubblico
Si celebra oggi in tutto il mondo la trentacinquesima Giornata della Terra, dedicata quest’anno ai bambini: la tutela dell’ambiente per proteggere le giovani generazioni, educandole alla cultura dell’ambiente, e per garantire ai bambini di tutto il mondo pace, salute ed educazione. E’ l’occasione, quindi, per sensibilizzare tutti sull’importanza della natura, della sua protezione, che significa valorizzazione dei valori umani e ambientali.

Veduta da Castello BoemoThailandia, sul fiumeBudapest, Isola Margit
La natura e i bambini sono i più esposti e i meno protetti e occorre sensibilizzare concretamente, e non soltanto a parole, i governi di tutto il mondo a perseguire una politica effettiva di difesa del pianeta, perché l’equilibrio dell’ecosistema è determinante per la nostra sopravvivenza. In tutto il mondo si possono ammirare posti d’incomparabile bellezza, che ci ricreano lo spirito.

Capo Rossello (Ag)Scala dei RurchiEdimburgo, RoslynSaint Andrews (Scozia)Veduta da Castello BoemoThailandia, fiume nella junglaThailandia, fiore nella junglaThailandia, orchideeThailandia, orchideeBudapest, Isola MargitEppure la stupidità umana è ancora grande e gli attentati alla natura sono altrettanto grandi.
Ma la giusta dedica ai bambini, di una ricorrenza così importante, non ci esime dal collegamento con un altro evento di grande importanza evocativa, la celebrazione del 25 Aprile, valore da ricordare e far conoscere ai giovani, perché dalla resistenza al nazifascismo nacque la nostra democrazia. Valore perenne che non va dimenticato, soprattutto nell’epoca attuale, in cui il fascismo si mimetizza facilmente nei gangli vitali della società, minandoli. E al nazifascismo un caro prezzo fu pagato anche dai bambini, anelli deboli da sempre della protervia e della ferocia umane.

Sinagoga PragaAinagoga Praga Sinagoga PragaSinagoga PragaSinagoga PragaSinagoga PragaEdimburgo







I giovani vanno protetti, quindi, con l’educazione alla memoria, alla verità, alla tolleranza, alla pace, all’esempio, così come si espresse del resto Piero Calamandrei:

“Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un Italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra costituzione” 

Annunci