Tag

, , , , , , , , , , ,

Normal
0
14

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

ON THE ROAD

FESTA DELLA PRIMAVERA

 Samantha Torrisi

Abituati come siamo a viaggiare quotidianamente, anche per brevi tragitti, forse trascuriamo di approfondire l’importanza delle infrastrutture di lungo percorso nel mondo di oggi. Agrigento, ultima città d’Italia sotto il profilo economico-sociale sente invece questo grande problema, pagando a caro prezzo la sua marginalità, in un’isola che è già marginale rispetto all’Europa e all’Italia del Nord.

Ma questo grande contenitore artistico-culturale, patrimonio unico al mondo, proiettato verso i paesi del Mediterraneo ma tagliato fuori dall’Europa e anche dal resto dell’Isola, vuol uscire dal tunnel, per imboccare decisamente la strada maestra del turismo, quale volano privilegiato del suo sviluppo.

Ministri Matteoli e AlfanoLa settimana scorsa, A Racalmuto, proprio nella terra di Sciascia, è stata posta la prima pietra del raddoppio della Statale 640 da Agrigento a Caltanissetta, alla presenza dei Ministri Matteoli e Alfano, che dovrà rendere più celeri i collegamenti che dalla parte orientale dell’Isola portano nella città dei templi. Per fare di questa città un polo turistico come si deve, europeo e mondiale, continuano a marciare anche altre progettualità: Porto, Aeroporto, raddoppio della Statale con Palermo.

A latere si muove anche l’iniziativa privata: numerosi albergatori hanno costituito Il Logo ConsorzioConsorzio Turistico della Valle dei Templi, che vuol porsi come soggetto attivo e propositivo permanente di offerta turistica. La prima iniziativa che ne è scaturita è il ricco programma della prima Festa della Primavera, un fine settimana (20-22) destinato a coniugare lo spirito della vacanza a contatto della natura, cultura, spettacolo e sapori (per saperne di più www.hoteltretorri.eu o cliccare il link sul blog HOTEL TRE TORRI).

Festa Primavera AgrigentoE’ l’inizio, cui seguirà un ventaglio di concrete proposte per fare di Agrigento un punto di riferimento ben preciso. Non bisogna dimenticare che la Valle dei Templi è il sito siciliano più visitato dell’Isola e uno dei più visitati al mondo. 

 

SENTIERI, SAPORI

SPETTACOLO NOTTURNO NELLA VALLE

Tempio della Concordia, Valle dei templi AgrigentoTempio di Ercole (notturno) Valle dei templi Agrigentotramonto dalla casa natale di Pirandello 

Non mancano di certo i posti in città, nella mitica Valle dei Templi, ma anche nell’immediato hinterland, dove poter apprezzare il connubio incredibile delle bellezze archeologiche e della natura, che si sveglia in questi giorni dal letargo invernale per proporsi in tutto il suo fulgore

 Agrigento, Telamone, Tempio di GioveMandorlo in fiore e Tempio di ErcoleAgrigento, Tempio di Castore e PolluceAgrigento, Tempio di Castore e Polluce

E nel pacchetto turistico è previsto un  pranzo con “Menu di Primavera” in ristoranti tipici con prodotti “Bio” ed a “Km 0”, cioè rigorosamente locali e freschissimi.

Il programma si avvale di un suggestivo spettacolo notturno, sabato sera (ore 21), di danza e musica nel cuore della Valle dei Templi, al cospetto dei santuari greci tutti illuminati.

 Onirico Tempio Concordia Tomba di Terone, Valle dei Templi Agrigento


LE FABBRICHE CHIARAMONTANE

 Fabbriche Chiaramontane Agrigento

Presso le Fabbriche Chiaramontane, centro permanente per eventi culturali e d’arte nel cuore della città, gli appassionati di pittura potranno visitare la Mostra, tutta al femminile, di quattro pittrici: Olga Brucculeri, Rosalba Mangione, Samantha Torrisi, Liliana Zappalà.

Rosalba Mangione Il VoloBrucculeri Olga, pittrice


Samantha Torrisi








E presso i luoghi pirandelliani (Biblioteca Museo Pirandello) espone anche il trapanese Peppe Caiozzo.Peppe Caiozzo, Gnomoni

 

MERCATINO DEL BIOLOGICO

AIAB ASSOCIAZIOME ITALIANA AGRICOLTURAOmaggio allAgrigento I Festa del Bio 

A cura dell’A.I.A.B. (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) saranno allestiti nella giornata conclusiva di domenica (dalle ore 7.00 alle 13.00), in centro città, numerosi stands a beneficio dei visitatori buongustai, i quali potranno degustare sapori genuini di una volta e leccornie autoctone di ogni tipo, che potranno anche acquistare.

 

 

Advertisements