Tag

, ,

Normal
0
14

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

PIRANDELLO DAY

Premiazione Premio Nobel Pirandello Attestato Nobel Pirandello

CURIOSITA’ SULLA DATA DI MORTE

 

Pirandello giovane a Roma 73 anni fa, il 10 dicembre del 1936, moriva a Roma Luigi Pirandello per una polmonite contratta assistendo a Cinecittà alle riprese del film Il fu Mattia Pascal di Chenal, di cui aveva scritto il copione. E proprio il 10 dicembre del 1889 a Bonn, anche di polmonite, era morta a 18 anni una sua giovane fiamma, Johanna Rissmann, la più piccola di due sorelle d’una delle più ricche e rispettabili famiglie di Bonn. Pirandello descrive le due sorelle così:

 

“due diavolette tutte fuoco, che mi mettono ogni volta a soqquadro la mia aristocratica stanza”

 

La giovane venne cremata, scelta che avrebbe poi fatto 47 anni dopo per testamento lo stesso Pirandello.

In un post scriptum alla lettera del 12 dicembre del 1889, il giovane Pirandello così descrive l’evento alla sorella Lina:

 

Anny Johanna Rissmann è morta ieri l’altro d’una polmonite a soli 18 anni. Oggi il fuoco ha reso cenere pura le sue gentili sembianze – e ciò per suo espresso avviso. Ho di lei due fotografie e una sua poesia intitolata «Meine erste Liebe» «Mio primo amore», che un’altra volta vi manderò tradotta. Vi trascrivo ora una elegia, pochi distici che faranno parte dell’Elegie Boreali, e che Karl Arzt ha di già tradotto in tedesco per darli in memoria alla madre e alla sorella inconsolabili…

 

Bene avvisasti. Innanzi che informi le sperda la morte,

Cenere pura renda l’alme sembianze il foco.

 

Semplice e snella accolga un’urna di niveo alabastro

Te, dei candori amica d’inviolata neve.

 

Sottile un ramo cingala di seguace vilucchio,

E ne sue corolle lasci la notte brine.

 

Splenda sovr’essa e il tuo scaldi cenere il sole di maggio;

de l’aere la mite blandizie le sorrida.

 

Ivaghi, cui solevi partecipi sempre al mattino

Chiamar dei frugali pasti, teneri uccelli, grati

 

Forse verranno, io penso, tua candida urna a cercare,

E canteran su lei le primavere e amore.

 

Alfred NobelLa Data del 10 dicembre coincide con quella della morte di Alfred Nobel, avvenuta a San Remo nel 1896. L’ingegnere chimico, inventore della dinamite, nel suo testamento stabilì che tutti i redditi della sua immensa fortuna fossero devoluti al finanziamento di cinque premi, che ben presto sarebbero diventati i più importanti del mondo, anche grazie all’Accademia che li distribuisce (quella di Stoccolma). La data del conferimento del Premio Nobel è il 10 dicembre, data della morte di Alfred Nobel.
Tre di questi premi sono destinati a ricompensare ogni anno le più grandi scoperte nel campo della fisica, della chimica e della medicina.
Un altro è destinato a uno scrittore e il quinto a un personaggio o a un’organizzazione che abbia operato in modo particolare per la pace nel mondo e per la fraternità dei popoli.

Ed è per questo che Pirandello aveva ricevuto il Premio Nobel proprio il 10 dicembre del 1934, esattamente due anni prima della sua morte.

Pirandello apre telegramma comunicazione Nobel La comunicazione del Premio era avvenuta l’8 novembre 1934 mediante telegramma che il letterato agrigentino aprì nella sua casa romana, alla presenza del figlio Stefano e della nuora Olinda. Appena la notizia si propagò, accorsero i giornalisti e Pirandello fu ripreso mentre alla macchina da scrivere batteva ripetutamente su un foglio la parola: pagliacciate pagliacciate pagliacciate…

Pirandello al lavoroPagliacciate scritto da Pirandello
Altri personaggi morti nello stesso giorno e nello stesso mese di Pirandello: Karl Barth, teologo; Augusto Pinochet, dittatore cileno; Peppino Prisco, avvocato, vicepresidente dell’Inter; Ed Wood, cantante soul, regista, attore.

Il 10 dicembre corrisponde anche alla data di nascita della grande poetessa statunitense Emily Elizabeth Dickinson (1830-1886).

CURIOSITA’ SULLA DATA DI NASCITA

 

Nacquero nello stesso giorno di nascita di Pirandello (28 giugno 1867):

 

Jean Jacques RousseauJean-Jacques Rousseau (28 giugno 1712) – Filosofo svizzero

Paolo IV (Giovanni Pietro Carafa) (28 giugno 1476) – Papa della Chiesa cattolica;

Enrico VIII (28 giugno 1491) – Re d’Inghilterra
Mel Brooks (Melvin Kaminsky) (28 giugno 1926) – Regista, sceneggiatore, attore, compositore e produttore cinematografico, teatrale e televisivo americano
Kathy Bates (Kathleen D. Bates) (28 giugno 1948) – Attrice americana
Marco Columbro (28 giugno 1950) – Attore e conduttore televisivo italiano
Jerry Calà (Calogero Calà) (28 giugno 1951) – Attore italiano
Pietro Mennea (28 giugno 1952) – Atleta velocista italiano
Sabrina Ferilli (28 giugno 1964) – Showgirl e attrice italiana
John Cusack (28 giugno 1966) – Attore, sceneggiatore e produttore americano

Un giorno dopo nacquero:

 

Giacomo Leopardi (29 giugno 1798) – Scrittore, poeta e filosofo italiano

Giorgio Napolitano (29 giugno 1925) – 11° presidente della Repubblica italiano
Oriana Fallaci (29 giugno 1929) – Scrittrice e giornalista italiana

Advertisements